• “le messe ‘senza popolo’ on-line? non mi piacciono. purtroppo molti preti sono stati abituati così. per loro non c’è salvezza senza un dio che da fuori viene a salvare l’uomo. se si toglie loro la celebrazione della messa non sanno cosa fare. non capiscono che il signore è già in noi, si fa pane nella parola. egli è dentro l’uomo e chiede di riconoscerlo e di portare il suo amore agli altri”.

    sono parole che mi ha detto oggi in una intervista apparsa su repubblica padre alberto maggi. il suo pensiero combacia col mio. a mio parere, infatti, queste celebrazioni on-line, seppure celebrate da uomini in buona fede, sono figlie di una visione di sé e del rapporto con dio sbagliata... continua a leggere