la verità su don georg? forse sta nel mezzo

non è sempre facile decifrare le vicende vaticane. e non lo è in particolare oggi, dopo una giornata nella quale si è saputo della sostanziale messa a riposo per qualche tempo di georg gänswein dall'incarico di prefetto della casa pontificia mantenendo il ruolo di segretario particolare di benedetto.

la motivazione più plausibile di questa sorta di congedo - il vaticano ha parlato di una semplice ridistribuzione degli impegni per il monsignore tedesco - sembra risiedere nel pasticcio seguito alla pubblicazione del libro del cardinale robert sarah sul celibato, pubblicato inizialmente insieme a joseph ratzinger e poi senza la firma del papa emerito.

gänswein è stato congedato per non aver vigilato sull'uscita di questo libro? non credo solo per questo. l'uscita a mio avviso è soltanto l'ultima di una serie di parole pubbliche di benedetto apparse ai più come un tentativo (reale o presunto tale) di influenzare il magistero del suo successore. in questo senso gänswein sembra pagare più che altro il non aver saputo vigiliare a dovere sulle pressioni di alcuni ratzingeriani delusi - non so come altro chiamarli - che sono riusciti a far dire allo stesso benedetto parole a loro dire necessarie per fare da contraltare a francesco.

ma il congedo di gänswein non potrebbe essere dovuto anche a un aggravarsi della salute di ratzinger e alla necessità che il suo segretario gli stia più vicino? non ho notizie in merito. da più parti mi dicono che benendetto pur molto anziano non ha particolari problematiche. di certo c'è che più passano i giorni più gänswein gli è necessario.

quindi?

quindi è difficile dire come stiano esattamente le cose. quando si osserva il vaticano è facile lasciarsi affascinare dalle più disparate dietrologie salvo poi scoprire che la verità è più semplice e banale di quanto non s'immagini. perché, soprattutto oltretevere, la realtà non è mai né tutta bianca né tutta nera.


Appuntamenti

31 gennaio 2020  
Ore 20.30

presso la Sala dialogo dei
Missionari Verbiti a Riva del Garda (Trento)
via Venezia 47
Francesco, “Progetti e speranze dopo il Sinodo per l’Amazzonia” 

_________________

NUOVO LIBRO
 
 

Sottoscrivi la newsletter

Libri

Prima o poi arriverò al nocciolo, a quel gheriglio di scrittura innanzi al quale ogni altro tentativo al confronto non potrà che impallidire
© 2020 All Rights Reserved. Powered by Pastorello's