contenuti e tempistica. cosa torna e cosa non torna nell'uscita del libro sul celibato di ratzinger e sarah

ha sollevato un polverone, oltretevere, l’uscita del libro “dal profondo del nostro cuore” dedicato al celibato sacerdotale e firmato a quattro mani da benedetto XVI e dal cardinale robert sarah, prefetto della congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti.

il polverone non riguarda i contenuti, ma altro.

ratzinger e sarah, infatti, difendendo l’obbligo del celibato ecclesiastico non si discostano nella sostanza (pur con accenti e toni differenti) dal pensiero di fondo di francesco. non a caso, in una nota diffusa nel primo pomeriggio di oggi dalla sala stampa vaticana, il direttore matteo bruni elenca “la nota posizione del santo padre sul celibato”. nel corso della conversazione con i giornalisti al ritorno da panama, francesco ha affermato: “mi viene alla mente una frase di san paolo VI: ‘preferisco dare la vita prima di cambiare la legge del celibato’”. e aggiungeva: “personalmente penso che il celibato sia un dono per la chiesa. io non sono d’accordo di permettere il celibato opzionale, no. soltanto rimarrebbe qualche possibilità nelle località più remote - penso alla isole del pacifico... [...] quando c’è necessità pastorale, lì, il pastore deve pensare ai fedeli”.

il polverone, piuttosto, riguarda la tempistica dell’uscita del libro. il volume è stato lanciato prima che francesco si esprimesse sui lavori conclusivi del sinodo per l’amazzonia (l'esortazione post sinodale è attesa nei prossimi mesi) e, dunque, prima che dicesse la sua (cosa per nulla scontata) anche sul tema del celibato. per questo, la stessa uscita viene vista da alcuni come la volontà del papa emerito (e di sarah) di influenzare le parole di francesco.

le prossime ore diranno se davvero le cose stanno così. per il momento, il polverone è servito in pasto ai tanti a cui fa gioco alimentare il dualismo (a mio avviso nelle dimensioni presentate irreale) fra i due papi, la narrazione di due uomini lontani sui contenuti e in antagonismo sui temi essenziali della vita della chiesa.

(ventiquttro ore dopo aver scritto questo post, il segretario di ratzinger, monsignor georg gänswein, conferma che le cose che non tornano nel libro non sono poche. tant'è che dichiara: "posso confermare che questa mattina su indicazione del papa emerito ho chiesto al cardinale robert sarah di contattare gli editori del libro pregandoli di togliere il nome di benedetto XVI come coautore del libro stesso e di togliere anche la sua firma dall'introduzione e dalle conclusioni. il papa emerito sapeva che il cardinale stava preparando un libro e aveva inviato un suo testo sul sacerdozio autorizzandolo a farne l'uso che voleva. ma non aveva approvato alcun progetto per un libro a doppia firma né aveva visto e autorizzato la copertina. si è trattato di un malinteso senza mettere in dubbio la buona fede del cardinale sarah. il testo che benedetto ha mandato al cardinale è un testo suo che rimane e lui l'autore e non degli altri testi").


Appuntamenti

A breve

gli aggiornamenti 

_________________

NUOVO LIBRO
 
 

Sottoscrivi la newsletter

Libri

Prima o poi arriverò al nocciolo, a quel gheriglio di scrittura innanzi al quale ogni altro tentativo al confronto non potrà che impallidire
© 2020 All Rights Reserved. Powered by Pastorello's