"Renato Guttuso, marina dell'Aspra, 1949"

come guttuso vivere in crisi

essere perennemente in crisi, questo per me il segreto di una vita che vuole tendere alla compiutezza.

accettare che nulla sia solo bianco o solo nero, abbracciare l’indefinitezza d’ogni cosa, sedere dove indietro non si può tornare e l’andare avanti non è altro che domandare.

come renato guttuso, che nacque 108 anni fa oggi, e che fu sempre in crisi. la sua arte, così ne parlò il suo amico leoanardo sciascia, nasceva dalla crisi e non pretendeva di risolverla. perché le domande più profonde non hanno soluzione. semmai aprono altri interrogativi spingendo verso un oltre che non ha certezze né confini.

questo oltre è l'unico luogo in cui è degno stare, l'unico approdo che rende ragione della vita e della morte, della finitezza che si è e dell'infinito a cui si tende.

(in alto, renato guttuso, marina dell'aspra, 1949)


Appuntamenti

31 gennaio 2020  
Ore 20.30

presso la Sala dialogo dei
Missionari Verbiti a Riva del Garda (Trento)
via Venezia 47
Francesco, “Progetti e speranze dopo il Sinodo per l’Amazzonia” 

_________________

NUOVO LIBRO
 
 

Sottoscrivi la newsletter

Libri

Prima o poi arriverò al nocciolo, a quel gheriglio di scrittura innanzi al quale ogni altro tentativo al confronto non potrà che impallidire
© 2020 All Rights Reserved. Powered by Pastorello's